140x140

via Nicola Zabaglia 14

00153 Roma (RM)

Metro B Piramide | mappa

e-mail:info@arcigayroma.it
140x140

OMOFOBIA MUNICIPIO III: BANDIERA ARCOBALENO SIMBOLO DI LIBERTA’, UNICO SCEMPIO E’ L’OMOFOBIA

Accogliamo con preoccupazione le parole di Don Mario Aceto, parroco della parrocchia dei Santi Apostoli in piazza Sempione, che ha definito scempio la bandiera arcobaleno apposta sul Municipio III.


Ricordiamo al parroco che l’unico scempio è l’omofobia, e le continue violenze, vessazioni, intimidazioni che le persone LGBT+ (Lesbiche, Gay, Bisex e Trans) sono costrette quotidianamente ad affrontare.


Stupisce poi che queste parole vengono pronunciate proprio in un Municipio III dove l’omofobia è stata più amara che mai. Forse a chi dice queste parole andrebbero ricordate le storie di Paolo Seganti, ucciso brutalmente nel 2005 nel Parco delle Valli. Oppure il giovane studente del Liceo Nomentano che otto anni fa, a soli 14 anni, si tolse la vita a causa delle discriminazioni subite.


Le parole pronunciate da Don Mario non aiutano a migliorare il clima, infondendo ulteriormente un clima d’odio. Cosa dovrebbe pensare un giovane ragazzino gay quando il proprio simbolo viene definito scempio?

 
Le parole hanno un peso, e il Municipio III ha già vissuto tragedie del genere proprio a colpa di affermazioni del genere. Servono simboli arcobaleno, implementazione di servizi per assistenza alle vittime LGBT+. Il Municipio III che non discrimina è quello della targa contro l’omofobia nel Parco delle Valli, o del Murale Gay Help Line a Jonio. Non certo quello di chi usa le parole come lame.

 

Così in una nota Francesco Angeli, Presidente di Arcigay Roma

 

 


 

via Nicola Zabaglia 14

00153 Roma (RM)

Metro B Piramide | mappa

e-mail:info@arcigayroma.it